Posted on gen 13, 2012

l’imbuto diventa una clessidra

Si, mancava qualcosa all’idea del cliente che cade nell’imbuto del marketing.

Il sistema di raccolta delle acque, ovvero della clessidra dove il nostro/vostro cliente arriva e rimane intrappolato. Per non sfuggire mai più.

 

funnel marketing

Posted on dic 7, 2011

hulu, Netflix e Apple. dovremo aspettare ancora molto?

Sembra che anche Apple sia quasi pronta a lanciare il suo servizio di tv on demand, o social tv, o tv in streaming. La definizione non è ben chiara, ma il funzionamento sì: ci si collega in rete e si possono vedere in streaming film, documentari e si possono anche scaricare videogiochi.

Servizi del genere sono già attivi negli Stati Uniti, così attivi che hanno già causato il fallimento di Blockbuster (già, perchè Netflix offre agli utenti la possibilità di affittare film online, con spedizione e restituzione via posta). In Italia funzionano a malapena  le poste, per non parlare delle connessioni, ma non sarà mica questo il motivo per cui le strategie di mercato dei player del settore non prevedono un rapido sbarco sulle nostre coste?

Ho come l’idea che non sia così: la televisione ha un valore sociale troppo importante in Italia per permettere che venga sostituita da un servizio on demand, dove si vede esclusivamente quello che si vuole vedere.

Posted on ott 24, 2011

digital prrrrr

una pernacchia al momento giusto fa più rumore di tante parole.

e richiama l’attenzione

ilike.

Posted on ott 16, 2011

forma e sostanza

si paga per essere primi, si paga caro.

ma a volte le cose non funzionano lo stesso: gli utenti non arrivano, o non fanno quello che vogliamo noi.

ma forse perchè non basta pagare.

compriamo del pubblico ma poi non sappiamo cosa dirgli. o pensiamo che non serva dirgli niente.

 

comodo ma come dire poca soddisfazione.

 

 

 

Posted on ott 10, 2011

le parole sono importanti

le parole sono importanticinquecentoquarantamila circa. il record di commenti a un post di facebook è italiano.

è il record della fuffa, delle parole inutili, dei bit sprecati, di rumori inutilli di tastiera e di inquinamento digitale.

l’obiettivo era entrare nel guinness, ed è stato raggiunto.

ma servono veramente tutte quelle parole per dire qualcosa di importante?